Fondo Luisa Cremona

La raccolta fotografica, di notevole interesse storico-scientifico, è stata donata nel 2019 alla Società Geografica Italiana dall’etno-sociologa Luisa Cremona ad integrazione del precedente fondo composto da atlanti e documenti cartografici. I fototipi, circa 2.162 positivi di vario formato (stampati o digitalizzati a partire dalle diapositive originali), interessano 10 stati africani, in particolare Burkina Faso, Camerun, Djibouti, Guinea Bissau, Mali, Mauritania, Niger, Senegal, Tchad [Ciad], Zaire [Congo Kinshasa].

Le fotografie documentano principalmente scene di vita quotidiana, villaggi e abitazioni, raccolta e lavorazione delle materie prime come caffè, cotone, manioca, caucciù (hevèa), animali da allevamento e della savana, caccia, pesca e artigianato. Un accento consistente è posto sulla scuola, con immagini della costruzione di edifici scolastici, la sistemazione delle aule e studenti impegnati nelle attività. Molti i ritratti: individuali, di famiglia, all’interno degli accampamenti delle tribù nomadi e relativi alle occupazioni professionali (pesca, tessitura, lavorazione del cuoio) oltre che ai riti religiosi, iniziatici e ai canti.

Di particolare rilievo documentario sono le immagini di una cerimonia a Touboro (Nord del Camerun) in onore del Laamido di Rey Bouba (capo tradizionale con potere assoluto), alla presenza di dignitari, sudditi e invitati d’alto rango. Altra serie fotografica interessante è quella relativa al sito del navigatore portoghese Diego Cao, nell'ex Zaire (ora Repubblica Democratica del Congo con capitale Kinshasa). Le incisioni sulla roccia in portoghese antico, ricordano la scoperta della foce del fiume Congo. Il sito è considerato dalla popolazione locale un luogo sacro.

Tutte le fotografie sono state raccolte in occasione di vari viaggi compiuti tra il 1969 e il 2003 dall’autrice, che ha provveduto alla loro prima sistemazione, oltre che alla redazione di schede esplicative di importante aiuto nella catalogazione. Corredano il fondo fotografico due video e un opuscolo sull’isola senegalese di Gorée, punto d’imbarco degli schiavi africani in partenza per le Americhe, oggi patrimonio mondiale Unesco. (Veronica Talone)

Sull’autrice delle fotografie, Luisa Cremona, è disponibile una scheda al link http://societageografica.net/wp/it/2018/07/03/fondo-luisa-cremona/ 


Galleria di immagini del Fondo