Il patrimonio

L’Archivio fotografico raccoglie circa 400.000 fototipi (positivi, negativi, diapositive, cartoline) molti dei quali uniscono al valore documentario un intrinseco valore artistico. Si tratta per lo più di materiali rari, spesso inediti. La collezione più antica risale al 1866, mentre le acquisizioni più recenti raccontano la contemporaneità. La vasta gamma dei contenuti consente di trovare significativi rimandi a ciascuno dei continenti e ai poli, mentre la tipologia delle fotografie spazia da quelle paesaggistiche a quelle antropometriche, dalla ritrattistica alle immagini che documentano i resoconti degli esploratori o degli scienziati inviati in missione spesso per conto della Società Geografica stessa. La cineteca, istituita nel 1949, comprende materiale cinematografico (68 films più esattamente pellicole cinematografiche, per la maggior parte riversate in DVD) a carattere prevalentemente divulgativo, relativo a fenomeni geografici di interesse generale.

Il primo riordino del materiale fotografico venne effettuato tra il 1945 e il 1946 da Enrico De Agostini, allora Segretario generale della Società, il quale compilò un elenco sommario delle sole fotografie positive. Nel 1996 è stato pubblicato un catalogo a stampa a cura di Maria Mancini, Obiettivo sul mondo. Viaggi ed esplorazioni nelle immagini dell'Archivio fotografico della Società Geografica Italiana (1866-1956), in cui vengono proposte le schede relative alle raccolte (album e collezioni) appartenenti al Fondo storico, Fondo Giotto Dainelli e Fondo Elio Migliorini. La campagna di catalogazione e acquisizione digitale dei documenti fotografici, iniziata nel 2000 e proseguita nel corso degli anni con la partecipazione a progetti nazionali ed europei, ha consentito la schedatura informatica e pubblicazione online di 25.376 immagini.

Le collezioni dell'Archivio fotografico afferiscono a diversi fondi.

  • Fondo STORICO: 30.000 fototipi, che documentano le attività esplorative e scientifiche del Sodalizio, dalla fondazione agli anni precedenti la seconda guerra mondiale.
  • Fondo Giotto DAINELLI: 36.000 fototipi, riferibili al periodo di tempo che va dalla fine dell’Ottocento agli anni ’40 del Novecento e con tematiche molto eterogenee, riconducibili a tre soggetti principali, ovvero l’Africa, le grandi regioni montuose asiatiche e i paesaggi italiani, soprattutto alpini.
  • Fondo Elio MIGLIORINI: circa 7.500 fototipi, in gran parte negativi, relativi a soggetti molto diversi anche se prevalgono quelli legati all’Africa e all’Italia settentrionale.
  • Fondo Marco BERTAGNI: si compone di circa 4.600 fotografie in formato digitale relative diversi Paesi del mondo.
  • Fondo Giuseppe CARACI: 3.500 fototipi, che oltre alla realtà italiana (1940-1960) documentano anche quella di paesi europei ed extra-europei (tra gli altri, Australia, Bulgaria, Canada, Egitto, Francia, Israele, Libia, Madagascar, Norvegia, Nuova Zelanda, Paraguay, Stati Uniti, Sudan, Svizzera).
  • Fondo Bruno CASTIGLIONI: 2.800 fototipi, tutti riconducibili alla presenza di Castiglioni in Albania nel biennio 1939-1940.
  • Fondo CINI: costituito da circa 6.000 positivi (con annessi i negativi corrispondenti) riguardanti molti paesi esteri.
  • Fondo Filippo DI DONATO: circa 80.000 diapositive, realizzate in occasione dei viaggi svolti dal prof. Di Donato in quasi tutte le parti del mondo tra il 1960 il 1990.
  • Fondo Pasquale DURACCIO: circa 1000 fototipi relativi all'Africa nel periodo coloniale italiano e in particolare all'Etiopia.
  • Fondo Gaetano FERRO: circa 650 fototipi relativi soprattutto all’Italia settentrionale (in particolare Liguria).
  • Fondo Floria FOGLIA: si compone di 70 cartoline fotografiche relative all’Africa Orientale (Somalia Italiana e Colonia Eritrea) realizzate negli anni Trenta del XX secolo.
  • Fondo Mario FONDI: circa 55.000 fototipi (tra negativi, positivi e cartoline), che raccolgono le testimonianze delle tante escursioni scientifiche e viaggi compiuti da Mario Fondi, soprattutto in Italia.
  • Fondo Mario LIPERI: si compone di circa 100.000 cartoline illustrate dall’Italia e dal mondo.
  • Fondo Angelo LO FASO: circa 16.500 diapositive relative all’Italia ed alcune località estere.
  • Fondo Franco LUBRANI: oltre 47.000 fototipi che testimoniano i viaggi svolti in molte parti del mondo dal fotografo freelance a cui il fondo è intitolato.
  • Fondo MANODORI SAGREDO (in via di acquisizione): comprende 2.000 fotografie (positivi, stereoscopie, lastre e negativi) relative ai più diversi generi, temi e soggetti fotografici.
  • Fondo Umberto MARIOTTI BIANCHI: si compone di materiale eterogeneo (libri, documenti, carte geografiche e fotografie) relativo prevalentemente a Libia, Etiopia e Turchia.
  • Fondo OBIETTIVO TERRA: raccoglie circa 2.000 immagini digitali frutto del concorso fotografico nazionale che la Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana Onlus indicono ogni anno dal 2010 in occasione della Giornata Mondiale della Terra, per valorizzare il patrimonio ambientale dei Parchi Nazionali e Regionali d’Italia.
  • Fondo Mario ORTOLANI: si compone di circa 750 immagini (positivi e negativi) che testimoniano l’esperienza di ricerca sul campo condotta soprattutto in Italia dal professor Ortolani.
  • Fondo Silvio PALAZZI: si compone di circa 230 fototipi riguardanti l’Eritrea, l’Italia e altri paesi europei.
  • Fondo Adolfo PILATI: consta di 247 positivi raccolti in due album fotografici che documentano i soggiorni in Libia dell'ufficiale medico Adolfo Pilati tra il 1911 e il 1914.
  • Fondo Bruna POLIMENI: si compone di 4580 diapositive relative al Senegal (1980), all'Egitto (1983), alla Tunisia (1984), alla Corsica (1989), alla Giordania (1990), al Marocco (1991).
  • Fondo Paolo RINALDI: si compone di 37 positivi relativi all'Egitto.
  • Fondo Maria Luisa RONCONI: consta di circa 1.400 file digitali relativi ai Viaggi di studio organizzati dalla SGI in Marocco nel 2010 e in Turchia attraverso la Via Egnatia fino a Istanbul nel 2011.
  • Fondo Francesco e Franco TAGLIARINI: consta di circa 800 fototipi (positivi, stampe su carta fotografica, cartoline) relativi all’Albania e riferiti al periodo compreso tra il 1939 e il 1943.
  • Fondo VOICU: consta di circa 40.000 cartoline fotografiche, di cui poco più della metà relativa alle diverse regioni italiane mentre il resto proviene da numerosi paesi esteri.