Fondo Bruna Polimeni

Tutta documentazione fotografica è stata realizzata da Bruna Polimeni durante i suoi viaggi in diversi paesi del mondo dei quali sono documentati molteplici aspetti: geografico, storico, archeologico, etnografico, naturalistico, turistico, economico e produttivo. Le diapositive raccolte illustrano il paesaggio, le popolazioni e le tradizioni caratteristici dei luoghi visitati, offrendo spunti di approfondimento e stimolando interesse nei confronti dei siti esplorati.  

Bruna Polimeni nasce a Genova il 14 luglio 1934. Studia, lavora e vive a Genova fino all’inizio degli anni sessanta. Nel 1962 si trasferisce a Roma e lavora in diversi giornali facendo esperienza come grafica e fotografa. La sua produzione si incentra soprattutto su attualità, politica e costume. Lavora come free lance e i suoi scatti sono pubblicati dai maggiori quotidiani e settimanali italiani e stranieri. Dal 1969 si interessa alla lotta di liberazione nelle colonie portoghesi e partecipa, nel gennaio 1969, come fotografo inviato di Mondo Operaio, alla Conferenza internazionale di Khartoum, indetta a sostegno dei popoli delle colonie portoghesi. Qui ha l’occasione di incontrare i leader dei Movimenti di Liberazione: Amilcar Cabral, Agostino Neto, Eduardo Mondlane ed altri.  Nel 1971 fa il suo primo viaggio in Guinea Bissau e ha il privilegio di poter accompagnare Amilcar Cabral nelle sue visite all’interno del territorio liberato. Documenterà anche, come unico reporter italiano, la proclamazione unilaterale di indipendenza della Guinea Bissau, avvenuta il 24 settembre 1973. Anche dopo l’indipendenza di Capo Verde ha continuato a seguire le vicende politico-amministrative del paese e, nel gennaio 1983, durante il Simposio Internazionale tenuto in occasione del decimo anniversario della morte del fondatore della nazionalità capoverdiana, documenta l’avvenimento e organizza una mostra fotografica sul grande eroe nazionale, Amilcar Cabral. A partire dal 1981 si è anche dedicata alla realizzazione di guide turistiche, con particolare attenzione all’archeologia, al costume, al folklore e all’artigianato. Fra i titoli realizzati i principali riguardano Senegal, Malta, Tunisia, Portogallo, New York, Corsica, Marocco, Danimarca, Norvegia, Svezia, Cipro e Giordania. Per la realizzazione delle guide ha effettuato diversi viaggi per poter cogliere aspetti legati alle diverse stagioni in rapporto alla luce e ai colori dei paesaggi, e per documentare eventi particolari.

La prima sezione del fondo è così composta:

         641 diapositive relative al Senegal (1980);

         1531 diapositive relative alla Tunisia (1984).

La seconda sezione del fondo è così composta:

         248 diapositive relative all'Egitto (1983);

         515 diapositive relative alla Corsica (1989);

         654 diapositive relative alla Giordania (1990);

         991 diapositive relative al Marocco (1991).


Galleria di immagini del Fondo